Questo sito si serve dei cookies di terze parti per fornire servizi. Utilizzando lo scrolling  o l'accesso a questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookies.  Ulteriori informazioni   OK

    
   
ITINERARI ED
ESCURSIONI IN ZONA
 

  Laghetti e fontanili
  Valle della Dogana
  Monte Camiciola

  Monte Padiglione
  Sorgenti del Liri
  Monte Tarino

  Sorgente Imele
  Monte Arunzo
  Grotta Beatrice Cenci
  Ovido di Verrecchie
  Inghiottitoio dell'Otre
   
   
   
   
   
   
   
   
 

  
 

Inghittitoio dell' Otre Come arrivare
Il punto di partenza più usati per questo tipo di itinerario è Camporotondo, frazione di Cappadocia, situata a 1460 m. di altezza s.l.m.
Dislivello.
Tempo di salita.
Tempo di discesa.
Itinerario segnato.
Cartografia. 
100 mt
20 minuti 
20 minuti
non segnato
IGM 151 I NO (Vallepitra)
IGM 145 II SO (Tagliacozzo)

 
Dopo aver percorso un dislivello in discesa di circa 100 metri, l’Imele scompare, inabissandosi in una caverna tra le rocce. Per visitare l’inghiottitoio, noto localmente come l’Otre, occorre scendere dalle sorgenti, sulla strada di accesso al paese, fino al fondo della valletta (1 km in auto; 15 minuti se a piedi). In prossimità del cartello stradale che segnala l’ingresso a Verrecchie, parte a sinistra una strada dal fondo bianco. Si segue a piedi la strada che lascia a destra un casale e si dirige verso nord tra le siepi. Costeggiando un campo sportivo e grandi prati sulla sinistra, la strada si accosta alla base delle rocce e, a saliscendi, raggiunge in breve il ponte sull’Imele. Una staccionata in legno protegge l’impressionante accesso alla grotta dell’inghiottitoio. La fittissima vegetazione e le rocce franate aumentano la suggestione del luogo.
La passeggiata richiede circa mezz'ora tra andata e ritorno (il tempo sale ad un'ora se si parte a piedi direttamente da Verrecchie o da Petrella Liri.

 

 


ultimo aggiornamento effettuato il 08/03/2019 ore 20.04