Terminologia Meteo



ANTICICLONE: Zona di alta pressione relativa. Noto anche come Alta Pressione, ovvero l'opposto di una zona di bassa pressione (Ciclone).
Generalmente caratterizzato da condizioni di tempo stabile e soleggiato (salvo sviluppo di nubi ad evoluzione diurna sui rilievi associati a brevi temporali) in estate e nebbioso in Autunno-inverno.

AREA ANTICICLONICA: analogo di anticiclone

AREA DEPRESSIONARIA: Zona di bassa pressione. Nota anche come Bassa Pressione, ovvero l'opposto di alta pressione (Anticiclone). Generalmente caratterizzato da condizioni di tempo instabile-perturbato.

AREA CICLONICA: analogo di area depressionaria.

AVVEZIONE CALDA: movimento di masse d'aria calda verso una determinata area.

AVVEZIONE FREDDA: movimento di masse d'aria fredda verso una determinata area.

CICLONE
: analogo di area depressionaria

COPERTO: copertura nuvolosa del cielo pari a 8 ottavi. Ovvero cielo totalmente coperto senza alcuna zona di sereno.

FOSCHIA: riduzione della visibilità a causa di particelle (vapor d'acqua, pulviscolo,..) disperse nell'aria sufficientemente numerose da conferirgli aspetto opalescente. Visibilità comunque sopra i 1000 metri.

FRONTE CALDO: sistema frontale che comporta la sostituzione di masse di aria fredda preesistente con masse di aria più calda

FRONTE FREDDO: Sistema frontale che comporta la sostituzione di masse di aria calda preesistenti con masse d'aria fredda. Generalmente associato a precipitazioni a carattere temporalesco.

FRONTE STAZIONARIO: fronte che si muove molto lentamente.

MOLTO NUVOLOSO: copertura nuvolosa del cielo pari a 6 o 7 ottavi. Ovvero cielo quasi totalmente coperto da nubi. Tuttavia esistono limitati spazi di sereno.

NEBBIA: riduzione della visibilità a causa di particelle (vapor d'acqua, pulviscolo,..) disperse nell'aria sufficientemente numerose da ridurre la. visibilità al di sotto dei 1000 metri.

NEBBIA GELATA: si usa per esprimere il fenomeno che si verifica quando è presente nebbia e la temperatura è sotto gli 0°C.

NOWCASTING: previsione a brevissimo termine per le successive 3-4 ore

NUBI A SVILUPPO VERTICALE: termine per indicare nubi esteso spessore. Il limite inferiore può aggirarsi intorno ai 2000 metri mentre il superiore può raggiungere i 12000 metri. Tipiche nubi temporalesche (Cumulonembi).

NUBI ALTE: termine per indicare nubi con base al d sopra dei 6000 metri di quota.

NUBI BASSE: termine per indicare nubi con base al di sotto dei 2000 metri di quota.

NUBI MEDIE: termine per indicare nubi con base al di sotto dei 2000 metri di quota.

NUBI STRATIFICATE: nubi con limitato sviluppo verticale associate al più a precipitazioni di debole intensità.

NUVOLOSITA' TERMOCONVETTIVA: nubi cumuliformi che si sviluppano nelle ore più calde lungo i rilievi associate anche a precipitazioni a prevalente carattere temporalesco. Tale nuvolosità si dissolve nel corso del tardo pomeriggio-sera.

NUVOLOSO: copertura nuvolosa di 3, 4 o 5 ottavi. Ovvero cielo coperto da nuvolosità per circa metà superficie.

POCO NUVOLOSO: copertura nuvolosa del cielo di 1 o 2 ottavi. Ovvero cielo quasi interamente sgombro di nubi.

PRECIPITAZIONE CUMULATA: quantitativo di precipitazione, di ogni tipo (quella sotto forma di ghiaccio o neve viene espressa in forma di liquida), misurata da un pluviometro in un dato intervallo di tempo.

PRECIPITAZIONI ABBONDANTI: si ritengono precipitazioni abbondanti quelle precipitazioni, non necessariamente intense, che in un determinato arco di tempo determinano cumulati consistenti.

Di seguito vengono riportati i valori cumulati di precipitazioni ritenute abbondanti su vari intervalli temporali
Precipitazione cumulata sulle 3 ore Precipitazione cumulata sulle 6 ore Precipitazione cumulata sulle 12 ore Precipitazione cumulata sulle 24 ore
Precipitazioni abbondantii >40 mm >50-60 mm >70 mm >90-100 mm

PRECIPITAZIONI DIFFUSE: precipitazioni, di ogni tipo, che si verificano su gran parte del territorio oggetto della previsione pur non avendo continuità spaziale (precipitazioni comunque a "macchia di Leopardo"). Generalmente sono interrmittenti e di breve durata, ma frequenti.

PRECIPITAZIONI ESTESE: precipitazioni, di ogni tipo, che si verificano su gran parte del territorio con continuità spaziale. Generalmente sono continue e persistenti e di durata medio-lunga.

PRECIPITAZIONI INTENSE: precipitazioni, di ogni tipo, caratterizzate dall'elevata intensità oraria, ovvero da elevati valori cumulati nell'unità di tempo (ora) .
Per le varie unità di tempo di riferimento si possono indicare delle soglie per la classificazione delle precipitazioni in base all'intensità..
Tipo di Precipitazioni Precipitazioni cumulate sull'ora
deboli 0-3 mm
moderate 3-15 mm
intense 15-40
estreme >40-50

PRECIPITAZIONI PERSISTENTI: precipitazioni, di ogni tipo, caratterizzare dalla lunga durata.

PRECIPITAZIONI SPARSE: precipitazioni, di ogni tipo, che si verificano su una porzione limitata del territorio oggetto della previsione e che non sono uniformemente distribuite su di esso. Generalmente sono interrmittenti e di breve durata.

PRESSIONE AL LIVELLO DEL MARE: pressione atmosferica al livello del mare, generalmente determinata dalla pressione osservata presso le stazioni di rilevamento.

PRESSIONE ATMOSFERICA: pressione esercitata dall'atmosfera su un dato punto della superficie terrestre. La sua misura può essere espressa in svariati modi. In millibar, in millimetri di mercurio (mmHG), in ectopascal (hPa). Nota anche come pressione barometrica.

RAFFICA DI VENTO: improvviso aumento o rapida variazione della velocità del vento. La durata è generalmente inferiore di 20 secondi. Le raffiche di vento sono generalmente associate ad altri fenomeni come ad esempio i temporali.

ROVESCIO: precipitazione originata da sistema convettivo caratterizzata dal suo improvviso inizio e termine, improvvise variazioni di intensità, e da rapide variazioni nella copertura del cielo.

SERENO: copertura nuvolosa del cielo di 0 ottavi. Ovvero cielo totalmente o quasi sgombro da nubi.

SICCITA': tempo anormalmente arido per una determinata area.

SUPERCELLA: temporale violento e persistente caratterizzato da intense correnti ascensionali e da limitata estensione spaziale. E' causa di fenomeni meteorologici intensi come pioggia intensa, grossa grandine, forti venti e talvolta tornadi.

TEMPORALE: fenomeno generalmente di limitata estensione spaziale e di breve durata (generalmente inferiore a 30 minuti), caratterizzato da tuoni, fulmini, venti turbolenti, grandine, precipitazioni, correnti ascensionali e discendenti e in casi estremi tornado.

TEMPORALE VIOLENTO: temporale con venti prossimi a 90 km/h o superiori. Possono essere associate anche piogge torrenziali, fulmini e grossi chicchi di grandine.

TEMPERATURA SUPERFICIALE DEL MARE (SST): temperatura della superficie del mare. E' misurata mediante boe, navi, immagini all'infrarosso da satellite, e da osservazioni costiere.

VARIABILITA': stato del tempo caratterizzato da rapida alternanza di schiarite ed annuvolamenti associati anche a brevi precipitazioni a prevalente carattere di rovescio.

VISIBILITA': misura della opacità dell'atmosfera e quindi rappresenta la distanza massima alla quale è possibile vedere con una vista normale.
Ottima > 10 Km
Buona 4-10 Km
Discreta 1-4 Km (foschia)
Scarsa < 1 Km (nebbia)

VORTICE DEPRESSIONARIO: area depressionaria associata a generali condizioni di tempo perturbato.

 

 

 

Dal forum Meteogiovani